l’oro di napoli

location: yangpu district – shanghai

client: LOA

status: competition – menzione d’onore

category: urban

area: 45000 sqm

year: 2013

architect: arturo biagio gragnaniello
project partners: pietro salvatore caliendo – michela casillo – federica miele

L’area dell’intervento è situata nel distretto industriale di Yangpu, a nord della città di Shanghai.
L’intersezione di due assi paralleli con giacitura nord-ovest sud-est e di due assi secondari, posti in posizione trasversale, inducono nella predetta area una nuova forma urbis.
Con la nostra proposta tendiamo a rapportare con modalità articolate ed esplicite la città al bordo del fiume Huangpu, ricorrendo a elementi morfologici e tipologici propri della tradizione delle città italiane.
Dai nodi ottenuti dalla intersezione degli assi pedonali, si formano piazze lastricate in pietra, delimitate da ampi porticati che filtrano dagli spazi aperti i volumi previsti dal programma d’intervento.
Si tratta di piazze che mettono in relazione i vari ambiti del quartiere dove l’alternanza dei vuoti e dei pieni si materializza in un susseguirsi di corti, androni, slarghi, loggiati, giardini.
Sulla piazza in pietra del lotto N8-1 si affacciano due edifici a corte e un volume più alto destinato all’ “Italian Creative Design Center”. La torre è composta da due blocchi paralleli, alti 80m, connessi da un corpo più basso, contenente i collegamenti verticali e i servizi. I due volumi, con struttura in acciaio, risultano di 18 piani, oltre ai piani interrati adibiti a parcheggi. I primi due livelli sono destinati ad attività commerciali disposte lungo una galleria nella parte centrale. I rimanenti piani accolgono uffici e spazi collettivi per le imprese italiane che operano nel design, nella moda, nell’arredo e nell’ industria. Entrambi i blocchi sono caratterizzati da un ultimo livello a doppia altezza adibito a spazi collettivi: due ristoranti con una corte centrale aperta, una sala convegni e una sala per sfilate e mostre. L’ultimo livello è raggiungibile direttamente dal piano terra con due ascensori che consentono l’utilizzo degli spazi comuni senza interferire con gli uffici. Queste unità diventano accrescibili, aggregabili a secondo delle esigenze e risultano tutte collegate a dei vuoti “attivi” previsti in prospetto: dei veri e propri cortili italiani incastonati nella geometria del prospetto nord-est che consentono di relazionarsi alle unità operative in un sistema tridimensionale di percorsi. L’idea di fondo è quella di realizzare uno spazio comune in grado di favorire occasioni di incontri, di socialità, di scambi culturali. A livello delle corti, caratterizzate da scale a giorno, sono ubicate piccole caffetterie e aree relax.
I prospetti della torre sono caratterizzati da fasce verticali parallele rivestite in pietra, contrapposte a fasce orizzontali più arretrate dei solai e delle vetrate, dove si alternano, con passo regolare, elementi strutturali e cavedi necessari per il passaggio degli impianti.
Elemento conclusivo del progetto urbano diventa un volume posto all’estremità della piazza orientato a sud-ovest, nell’isolato P1-8, in prossimità del lungofiume. Poggiato su un fitto porticato ospita spazi museali in coerenza con le indicazioni del masterplan e diventa porta di accesso al parco, sul fiume Huangpu.

The intervention area is located in the industrial district of Yangpu, north of the city of Shanghai.
Two axes north-west south-est and two secondary axes in the transverse direction define a new “forma urbis”.
With our project we aim to connect the city to the banks of the Huangpu River, using morphological and typological elements of the tradition of Italian cities.
The squares rising the intersection of the paths are characterized by large open porticades which connect the volumes expected from the intervention program with outdoor spaces. These squares that relate the various areas of the district where the alternating solids and voids is materialized in a succession of courtyards, porches, plazas, arcades, gardens.
Three building overlook the stone-paved square in N8-1 lot. Two of them are courtyard-typology building while the third, higher than the others, will host the “Italian Creative Design Center”. The tower is composed of two 80m high parallel blocks spaced by lower building, containing the vertical
connections and services . The two volumes, consisting in a steel frames, have 18 floors plus the basement floors to be used as car parks. The first two levels are destined commercial activities developed along a gallery in the central part, the other levels host offices and public spaces for Italian companies operating in the design, fashion, furniture, industry, etc…
Both blocks are characterized by a final double-height level used for collective facilities: two restaurants with a central courtyard dining room, a conference room and room for fashion shows and exhibitions. The last level is directly accessible from the ground floor with two exclusive elevators that allow the use of space without interfering with the offices. Those units can be expanded and aggregated according to the needs and are all connected to the “active voids” provided in the project: “Italian courtyards” embedded in operational units in a three-dimensional system of trails. The basic idea is to build a collective space that aims an occasion for meetings, social exchanges, cultural exchanges. Small cafes and common rooms are located on the ground floor of the courts characterized by open staircases.
The tower is marked by parallel vertical stone-covered bands, opposed to horizontal backwar bands corresponding to floors and glass-walls and alternating structural elements and cavaediums for link of utility plant.
The final element of the urban design is a south-west facing volume placed at the end of the square, in P1-8 block, near the riverfront. This building, resting on a busy arcade, hosts the museum spaces according to the guidelines of the masterplan and becomes the gateway to the Huangpu River park.

Schizzi

Disegni tecnici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment